• 06GEN
    Dove finisce il grasso perso ?

    Dove finisce il grasso perso ?

    Respirate profondamente.Una  nuova ricerca australiana mostra infatti che bisogna fare un sacco di espirazioni per sbarazzarsi del grasso in eccesso. Nonostante l’ossessione della società con la perdita di peso, un nuovo studio rivela che, a sorpresa, la maggior parte dei professionisti della salute in realtà non sa cosa succede al grasso quando lo “perdiamo”. La ricerca condotta da un team di scienziati australiani  ha calcolato esattamente cosa accade al nostro grasso quando perdiamo chili, e ha rivelato che le principali teorie mediche sono sbagliate; infatti secondo questo recente studio, non convertiamo la nostra massa ” mancante”  in calore o energia, ma la “respiriamo fuori”. I  risultati, pubblicati sul British Medical Journal, rivelano che 10 kg di grasso si trasformano in 8,4 kg di anidride carbonica, che viene espirata quando respiriamo, e 1,6 kg di acqua, che vengono poi espulsi attraverso le nostre urine, lacrime, sudore e altri fluidi corporei. Meerman, autore della pubblicazione, prima di dedicarsi alla biochimica della perdita di peso, è dimagrito 15 kg, ma quando ha chiesto ai medici dove fosse finito questo peso, è stato sorpreso dal fatto che nessuno lo poteva dire. Dopo aver interpellato 150 tra medici, dietisti e personal trainer, ha scoperto che più della metà pensava che il grasso fosse convertito in calore o energia. Ma, come fisico, Meerman sapeva che questo è in contrasto con la legge della conservazione della massa. Per trovare la risposta una volta per tutte, Meerman collaborato con Andrew Brown, responsabile della Scuola UNSW di Biotecnologie e Scienze Biomolecolari di Sidney, e la squadra ha iniziato una ricerca sul calcolo delle reazioni biomolecolari che causano la perdita di peso. Tutti sappiamo che mettiamo su peso quando i carboidrati in eccesso e le proteine che abbiamo mangiato, sono convertiti in trigliceridi (composti costituiti da carbonio, idrogeno e ossigeno) e vengono poi immagazzinati in goccioline lipidiche all’interno delle cellule di grasso(adipociti). Per perdere peso, è quindi necessario abbattere i trigliceridi e di accedere al carbonio. I risultati hanno mostrato che, al fine di mobilizzare 10 kg di grasso umano, abbiamo bisogno di inalare 29 kg di ossigeno (e da qualche parte lungo la strada, “bruciare” 94.000 calorie). Questa reazione produce 28 kg di CO2 e 11 kg di acqua. “I nostri calcoli mostrano che i polmoni sono l’organo escretore primario per il grasso,”  scrive il team nella sua pubblicazione. Tuttavia, non riuscivano a capire esattamente cosa accadeva  alle cellule di grasso in questa reazione. Dopo mesi di ricerca, Brown ha scoperto una formula da un documento pubblicato nel 1949 che ha risolto il problema mostrando che nel grasso gli atomi di ossigeno sono suddivisi tra il carbonio e l’idrogeno in un rapporto di 2:1 (formando anidride carbonica e acqua). Questa scoperta ha permesso loro di determinare che l’ 84% di atomi di una molecola di grasso può essere espirata come anidride carbonica, e il restante 16%  finire come acqua. Ma purtroppo questo NON significa che semplicemente respirare profondamente aiuta a perdere peso, ma è necessario in primo luogo fare l’esercizio per ” sbloccare” il carbonio e abbattere il grasso. “Stando a riposo si respira circa 12 volte al minuto pari 17.280 volte al giorno, e ognuno prende circa 10 mg di carbonio con esso”, ha detto Meerman su ABC Science. “Esiste quindi un limite fisiologico su quanto si sta andando a perdere in un giorno, senza fare esercizio fisico.” Qualcuno ha poi addirittura ipotizzato che tutta questa CO2 potesse avere impatti sul clima e sul riscaldamento terrestre, ma anche in questo caso gli autori  hanno fornito la loro spiegazione. “Questo rivela idee sbagliate e preoccupanti sul riscaldamento globale che è invece causato da antichi atomi di carbonio intrappolati sottoterra in organismi fossili. Gli atomi di carbonio esalati degli esseri umani tornano sull’atmosfera dopo pochi mesi o anni dopo intrappolati nel cibo “, ha detto Meerman nel comunicato. A mio avviso questa ricerca non scopre nulla di nuovo, ma spiega scientificamente come e perché l’esercizio fisico ( soprattutto quello ad alte intensità ) è determinante nella perdita di massa grassa (e non nel dimagrimento) di tutti noi. D’ora in poi mi accerterò, in qualità di personal trainer che tutti i miei clienti espirino profondamente. #moveyourbody !

     

    fonte:http://www.sciencealert.com/this-is-where-body-fat-ends-up-when-you-lose-weight

Leave a reply

Cancel reply