• 03MAG
    Il paradosso della dieta (come una dieta può “fare ingrassare”)

    Il paradosso della dieta (come una dieta può “fare ingrassare”)

    Frequentando da Personal Trainer le palestre mi capita quasi quotidianamente di imbattermi in persone che sono a dieta “ferrea” non solo per smaltire l’abbuffata Pasuale ma perché  cercano di limitare i danni in vista dell’arrivo dell’ estate e della temuta “prova costume”; sento quindi parlare di enormi sacrifici per mettere a tacere la fame e dei rimedi più astrusi pur di vedere scendere la lancetta della “maledetta” bilancia; la cosa che però mi inquieta maggiormente ( provando a mettere da parte l’ansia che mi prende sapendo i danni che costoro stanno facendo alla propria salute)  è il fatto che sono queste stesse persone a dire che non vedono risultati e che comunque questi non sono proporzionali allo sforzo fatto. Ultima annotazione è che è facile vedere queste persone a distanza di pochi mesi dalla fine della loro dieta più grasse di quando hanno incominciato. Come è possibile una cosa del genere? Le diete dimagranti non sono fatte per dimagrire ( avere cioè meno massa grassa o tessuto adiposo che dir si voglia) ? La spiegazione sta in quello che viene definito il “PARADOSSO DELLA DIETA”. Il “paradosso della dieta” è il fenomeno per il quale una persona che si sottopone ad un trattamento dietetico 1 perde  peso ( ricordo a tutti fino alla nausea che perdere peso non è = a dimagrire), 2 al termine della dieta lo riacquista con una quota aggiuntiva di massa grassa,  3 ciò la induce a rimettersi a dieta con reiterazione ed aggravamento dell’eccesso ponderale.  Al termine di ogni dieta la persona acquista una sempre maggiore quantità di massa grassa a discapito di quella magra.

    Ma perché questo avviene? Quasi ogni volta che ci si sottopone ad una dieta dimagrante le calorie somministrate durante il giorno sono volutamente minori rispetto a quelle necessarie al nostro organismo e questo non fa altro che comportare una riduzione  del “metabolismo basale. Il metabolismo basale (Basal Metabolic Rate –BMR- ) è la quantità di energia consumata da una persona nelle 24 ore per l’espletamento delle funzioni vitali ( respirazione, battito cardiaco, funzionalità degli organi senza fare nient’altro, nemmeno mangiare). La dieta ipocalorica ( letteralmente poche calorie) induce l’organismo a ridurre i suoi consumi e rallentare il funzionamento di tutte queste funzioni ( non tutti sanno che circa il 95% delle persone anoressiche muore per arresto cardiaco; il corpo cioè dopo aver rallentato il funzionamento di tutte le funzioni vitali prima di spegnere il cervello, stacca il cuore, affinchè le calorie introdotte, seppure basse,  siano sufficienti a soddisfare i fabbisogni energetici richiesti dal corpo durante tutto il giorno, attività lavorativa e sportiva compresa). Da un punto di vista biologico questa altro non è che una reazione di difesa finalizzata alla sopravvivenza: l’organismo interpreta il ridotto introito di cibo come un rischio per la sopravvivenza e reagisce riducendo il dispendio energetico rallentando la sua attività e le sue funzioni vitali. E’ facile sentirsi dire da una persona a dieta da molto tempo che è stanca, ha sonno, freddo, difficoltà a concentrarsi, cali di vista, etc etc. Spesso poi una dieta altamente restrittiva e che comunque comporta dei sacrifici e delle rinunce non può essere seguita per molto tempo nonostante le migliori intenzioni ,avendo come conseguenza  l’instaurarsi di un comportamento dicotomico  per il quale: “sono a dieta: non mangio”, “ho terminato la dieta: posso mangiare tutto ciò che voglio”, a maggior ragione se la lancetta è scesa ( senza sapere cosa si sia perso: grasso,acqua, muscolo, massa cellulare). Come personal trainer posso sicuramente dire che le diete ipocaloriche (soprattutto se ripetute nel corso degli anni) fanno ingrassare.

    PS: il fatto di pesare anche 5 o 10 kg in meno alla fine di una dieta non vuol dire essere PIU’ MAGRI. ( meglio pesare 100 kg con un 15% di massa grassa, che 90 kg con il 21% di massa grassa).

Commenti

  1. […] energetico -il grasso- per garantirmi la sopravvivenza). E magicamente invece di dimagrire, si ingrassa nonostante la dieta. Dire quindi sono grasso perché ho il metabolismo basso/lento (escluse disfunzioni ormonali a […]

Leave a reply

Cancel reply